Per molti anni i materiali usati per le otturazioni erano di tipo metallico. L’oro coesivo è stato a lungo molto utilizzato ma è oggi scomparso.

In tempi più recenti e fino a pochi anni fa il materiale utilizzato in maniera pressoché esclusiva era l’amalgama di argento, che veniva considerato il più resistente nel tempo. Negli ultimi anni anche l’amalgama di argento ha conosciuto una progressiva diminuzione ed è oggi prossimo alla scomparsa.

Nell’odontoiatria recente hanno invece preso il sopravvento i materiali estetici: resine composte e cementi vetroionomeri costituiscono la quasi totalità dei composti oggi utilizzati per le otturazioni.

Il vantaggio dell’utilizzo di resine e cementi non è solo estetico: essi fungono infatti da rinforzo e costituisco un efficace sistema per mantenere il dente integro e limitare i problemi dovuti all’asportazione della parte di dente attaccato dalla carie.

Oggi dunque le otturazioni sono quasi invisibili e efficaci per mantenere il dente integro per molti anni. Come sempre a condizione che il paziente abbia cura della propria bocca.

Tutte le news
  • sbiancamento-denti

Lo sbiancamento dei denti

La recessione gengivale   La recessione gengivale è quella patologia anche nota come “gengive ritirate”.   La recessione gengivale è l'arretramento o lo spostamento delle gengive verso la radice del dente. Le conseguenze possono essere [...]

  • recessione gengivale

La recessione gengivale

La recessione gengivale   La recessione gengivale è quella patologia anche nota come “gengive ritirate”.   La recessione gengivale è l'arretramento o lo spostamento delle gengive verso la radice del dente. Le conseguenze possono essere [...]